Codici IPA

Per garantire la corretta identificazione dell’Ufficio destinatario, i codici univoci IPA attribuiti alla Procura della Repubblica di Napoli, da utilizzare in fase di predisposizione della fattura elettronica da parte del fornitore di beni o servizi per le spese di funzionamento, sono i seguenti:

 Ufficio Codice IPA
 Procura della Repubblica di Napoli A83QA5
 Procura della Repubblica di Napoli – Spese di Giustizia TDVV6A
 Direzione Distrettuale Antimafia HTF3LG

Cos’è la fatturazione elettronica

In applicazione dell’art. 1, commi 209-213 della legge 244/2007, il 6 giugno 2014 è entrato in vigore il Decreto Ministeriale n. 55 del 3 aprile 2013 che ha reso operativo l’obbligo della fatturazione elettronica nei rapporti economici tra pubblica amministrazione e fornitori di beni e servizi. Da tale data pertanto anche l’Amministrazione della Giustizia, in ogni sua articolazione compresi gli Uffici giudiziari,  non potrà più ricevere fatture in formato cartaceo sia per quanto riguarda le spese di giustizia (cioè quelle spese maturate in relazione a procedimenti penali e civili) sia per le spese di funzionamento (forniture di beni e servizi strumentali).

La fatturazione elettronica è un sistema digitale di emissione, trasmissione e conservazione delle fatture che permette di abbandonare per sempre il supporto cartaceo e tutti i relativi costi di stampa spedizione e conservazione. Affinché sia possibile emettere un documento di fatturazione elettronica nei confronti di una pubblica amministrazione, è necessario che ciascun ufficio sia iscritto nell’Indice delle Pubbliche Amministrazioni (IPA) e gli venga rilasciato un Codice Univoco Ufficio da rendere disponibile ai fornitori (Codice IPA – Identification PA).